ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Marzo, deludono i dati sul mercato del lavoro Usa

economia

Marzo, deludono i dati sul mercato del lavoro Usa

Pubblicità

Gli effetti del “sequester”, i tagli automatici alla spesa e gli aumenti delle tasse sui salari, cominciano a far sentire il loro effetto sul mercato del lavoro americano.

A dirlo sono gli ultimi dati, che parlano di una diminuzione del numero di nuovi posti di lavoro creati a Marzo. Secondo il rapporto in arrivo venerdì dal ministero, le nuove buste paga sono state solo 200 mila, in netta flessione rispetto alle 236 mila del mese scorso.

Il tasso di disoccupazione dovrebbe rimanere stabile al 7,7%, nonostante il numero di richieste per i sussidi di disoccupazione la settimana scorsa abbia toccato le 385 mila unità.

Presi in contropiede gli analisti, che si aspettavano invece un calo delle domande. Buone notizie, comunque, sul versante dei licenziamenti: quelli pianificati a marzo sono scesi dell’11% rispetto a febbraio.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo