ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: lo scandalo Cahuzac getta nella polvere il governo socialista

Lettura in corso:

Francia: lo scandalo Cahuzac getta nella polvere il governo socialista

Dimensioni di testo Aa Aa

Le menzogne dell’ex ministro del Bilancio francese travolgono l’Eliseo.

Jerome Cahuzac, che qualche settimana fa aveva dato le dimissioni per essere accusato di frode fiscale, ha confessato di avere un conto in Svizzera dopo averlo negato di fronte alla stampa e al parlamento: “Non ho mai avuto un conto all’estero, signori deputati, né ora, né in passato”, disse di fronte all’Assemblea Nazionale.

“Lei ha un conto in Svizzera?”, gli fu chiesto in una trasmissione radiofonica. “Non ho e non ho mai avuto un conto in Svizzera”, la risposta di Cahuzac.

Il governo socialista rischia una “Caporetto” se venissero confermate le indiscrezioni di stampa riguardo un coinvolgimento del superministro dell’Economia, Pierre Moscovici. L’opposizione lo accusa di aver usato la sua funzione per scagionare il collega e ne chiede le dimissioni.

Il corrispondente di euronews a Parigi, Giovanni Magi, ha chiesto al ortavoce del partito Socialista, Eduardo Rihan-Cype: “Cahuzac ha goduto di qualche protezione?”

“No, d’altronde la giustizia ha potuto investigare e andare avanti con le indagini liberamente e in completa indipendenza – ha risposto Eduardo Rihan-Cype – Questo è il segno distintivo di questo governo: ‘non interferire nel lavoro della giustizia’”.

L’Ump, il partito di Sarkozy, ritrova il vigore perso dopo la sconfitta alle presidenziali, mette da parte le lotte intestine e attacca il Presidente: “Che cosa notiamo? – si chiede il leader dell’opposizione Jean Francois Copé – Anche se il Presidente della Repubblica non ne sapeva nulla, è estremamente grave. Vuol dire che mostra una certa ingenuità”.

Cahuzac e la sue bugie rischiano di essere il detonatore di una crisi profondissima per Hollande, già al minimo di popolarità. Secondo il quotidiano Le Monde, ‘‘agli occhi dei francesi, il Presidente o è un incompetente, oppure ha coperto la menzogna’‘.