Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Corea del Sud conferma: presto l’attacco contro gli USA
close share panel

Condividere l'articolo

Twitter Facebook
| Condividere questo articolo
|

Pyongyang conferma la decisione di un attacco ‘senza pietà’ contro gli Stati Uniti. L’annuncio arriva dalla televisione di Stato e immediata è la reazione di Washington. Il Pentagono invierà al più presto un sistema di difesa missilistica a Guam per proteggere l’sola del Pacifico, suo territorio ‘non incorporato’. Non si fa attendere anche la presa di posizione di Mosca. Secondo il portavoce del ministero degli Esteri russo la decisione della Corea del Sud di ignorare le risoluzioni del consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ostacola la possibilità di riprendere i negoziati a sei.

Per la seconda giornata consecutiva, intanto, Pyongyang ha impedito ai lavoratori sudcoreani di raggiungere il distretto industriale di Kaesong, consentendo però ai dipendenti di rientrare a casa.

“Là – spiega un lavoratore sudcoreano – è tutto cupo. Ho visto soldati nordcoreani con indosso elmetti, quando ho attraversato la frontiera. E i lavoratori nordcoreani sono molto preoccupati”.

Il regime di Kim Jong-un potrebbe effettuare il lancio di un missile a medio raggio il prossimo 15 aprile, in occasione dei festeggiamenti
solenni per l’anniversario della nascita del fondatore dello Stato, Kim Il-sung.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni
| Condividere questo articolo
|