Skip to main content

Cipro: scioperano gli impiegati di banca
| Condividere questo articolo
|

Sciopero di due ore degli impiegati delle banche cipriote, che hanno protestato contro il piano di risanamento concordato dal governo con Unione Europea, Fondo Monetario Internazionale e Banca Centrale Europea.

Temono massicci tagli ai posti di lavoro e decurtamenti ai loro fondi pensione detenuti nella Bank of Cyprus, sull’orlo del fallimento, e nella Laiki Bank, di cui è previsto lo smantellamento.

“Cipro ha commesso degli errori ma è stata trattata ingiustamente dai partner europei”: un ‘mea culpa’ con riserva quello dell’ex ministro delle Finanze Michalis Sarris , che si è dimesso il 2 aprile scorso ed è stato presidente della Laiki fino all’agosto del 2012.

Il salvataggio di Cipro prevede un prestito da 10 miliardi di euro, a fronte di un risanamento dei conti pubblici entro il 2018.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni
| Condividere questo articolo
|

Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?