ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: confermata condanna contro ex ministro di Yulia Tymoshenko

Lettura in corso:

Ucraina: confermata condanna contro ex ministro di Yulia Tymoshenko

Dimensioni di testo Aa Aa

In un’udienza accessibile solo in videoconferenza per la stampa, la Corte suprema ucraina ha confermato la pena a quattro anni di carcere per Yuri Lutsenko.

L’ex ministro dell’Interno del governo guidato da Yulia Tymoshenko è stato condannato per abuso di potere per aver assunto illegalmente il suo ex autista e di avergli procurato un appartamento. Sia lui che i suoi legali hanno annunciato ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

“Le argomentazioni della difesa, circa la mancanza di prove di colpevolezza e la non responsabilità del proprio assistito – sostiene il rappresentate della pubblica accusa, Mykola Kurapov – sono in contrasto con la legge che stabilisce chiaramente la responsabilità personale del ministro in merito alle decisioni prese quando era in carica”.

Lutsenko dovrebbe finire si scontare la sua pena nel dicembre 2014. Il mese scorso il presidente Viktor Ianukovich si era detto disponibile a concedergli la grazia.

“Non mi aspetto nulla da questo governo, né dal presidente Yanukovich – ha detto Iryna Lutsenko, legale e moglie dell’ex ministro – ma d’altra parte mio marito non rimarrà in prigione se Yanukovich deciderà di umiliarlo ancora una volta, concedendogli il perdono in uno spettacolo di falsa clemenza. Ma non lo chiederemo in ginocchio. La famiglia Lutsenko non chiederà la grazia”.

In un altro processo, Lutsenko è stato condannato a due anni di reclusione. La sentenza è arrivata nell’agosto scorso ed è stata confermata in appello a novembre.

“Per la Corte Suprema Yuri Lutsenko deve rimanere in carcere – conclude la corrispondente di euronews a Kiev, Evgeniya Rudenko – ma i suoi avvocati non escludono la possibilità del perdono presidenziale e intendono ricorrere alla Corte europea dei diritti dell’uomo”.