Skip to main content

Nord Corea. Kerry: Usa non accetteranno nucleare Pyongyang
close share panel

Condividere l'articolo

Twitter Facebook
| Condividere questo articolo
|

Le decisioni della Corea del Nord sono in violazione degli accordi internazionali. E il monito della Casa Bianca viene seguito dai fatti: altri due cacciatorpedinieri vengono posizionati al largo delle coste di Pyongyang. Si aggiungono alla Us Fitzgerald dislocata ieri. Decisione seguita all’annuncio sul riavvio di un reattore nucleare da parte del regime di Pyongyang.

“Quello scelto dal Kin Jong-un è il cammino della provocazione” ha detto il Segretario di Stato americano John Kerry. “E’ un cammino pericoloso, sconsiderato e gli Stati Uniti non accetteranno una Corea del Nord nucleare”.

Il crescendo di provocazioni venute nell’ultima settimana da parte del Dittatore di Pyongyang è culminato con l’annuncio che il sito nucleare di Yongbyon, con un reattore da 5 megawatt, verrà riaperto. Una centrale che può garantire produzione di plutonio necessaria all’arsenale nucleare del regime nordcoreano. Un reattore di fattura sovietica rimasto inattivo negli ultimi 6 anni, anche in base agli accordi sottoscritti nell’ambito dei negoziati a 6.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni
| Condividere questo articolo
|

Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?