Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

La Corea del Nord chiude la frontiera ai lavoratori sudcoreani

Un’altra sfida all’avversario del Sud. La Corea del Nord ha bloccato il passaggio a lavoratori e veicoli sudcoreani diretti alla zona industriale di Kaesong.

Il complesso, che impiega più di 50mila nordcoreani e diverse centinaia di sudcoreani, segna un altro passo in avanti nell’escalation di tensione fra i due Paesi.

Qualche giorno fa Pyongyang aveva annunciato il riavvio della centrale nucleare di Yongbyon, bloccata nel 2007 dopo l’accordo raggiunto al tavolo dei Sei. La Corea del Nord si impegnò ad abbandonare le sue ambizioni atomiche in cambio di aiuti.

Il segretario di Stato Jon Kerry, in una conferenza stampa congiunta con il ministro degli Esteri di Seul, ha dichiarato: “Negli ultimi giorni abbiamo sentito tanta e inaccettabile retorica da parte del governo di Pyongyang. Voglio essere chiaro: gli Stati Uniti si difenderanno e difenderanno l’alleato sudcoreano”, ha ribadito il capo della diplomazia americana.

Secondo notizie, che sarebbero state diffuse dai servizi di sicurezza di Seul, il leader nordcoreano Kim Jong-un avrebbe dato ordine ai suoi soldati di ‘‘non sparare il primo colpo’‘ contro le forze sudcoreane e americane alla frontiera tra le due Coree.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni

Guarda le principali notizie di oggi