Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Carla Bruni: ‘Mon Raymond’ è Nicolas
close share panel

Condividere l'articolo

Twitter Facebook

Nel maggio scorso Carla Gilberta Bruni Tedeschi Sarkozy, ha perso bruscamente il suo lavoro di Première dame all’Eliseo. È dunque tornata alla musica, registrando il suo quarto album dal titolo ben scelto: ‘Little french songs’.

Dimostrandosi molto lucida nel giudicare la propria estensione vocale, per questo disco, l’ex top model italo-francese assicura di essersi ben preparata:

“Ho fatto esercizi per migliorare la voce, per infonderle maggiore sicurezza e più tecnica. All’inzio quando ho cominciato a cantare mi domandavo ‘chi ascolta il mio album non cercherà di alzare il volume pensando: ma dov‘è la voce?”

Le malelingue avevano ipotizzato che il matrimonio con l’ex presidente francese fosse d’interesse. Ma anche espulsi dall’Eliseo, Carlà e Nicolas restano insieme. Il loro, un amore per sempre esplosivo? Parrebbe di sì se si avvalora la tesi che ‘Mon Raymond’ sia dedicata al marito. laddove Raymond è definito una bomba atomica:

“Ho cambiato il nome del mio uomo, prima di tutto perché mi sembrava divertente farlo, poi perché mi piace molto il nome Raymond e Sylvie Vartan aveva già cantato una canzone molto bella che s’intitolava ‘Nicolas’, allora…”

Prima di incontrare Sarkozy Carla Bruni si diceva di sinistra. Oggi sarebbe sarkozysta a fondo. C‘è chi pensa che il brano ‘Le pinguin’ sia contro il successore del marito, François Hollande. Lei smentisce:

‘Le pinguin’ è una canzone sulla mancanza di cortesia, in generale, sulla rozzezza, su certi comportamenti che sono inutili”.

Ma attenzione quando arriva la domanda sui guai giudiziari del marito, accusato di aver sottratto soldi con l’inganno all’ereditiera L’Oréal, Carlà tira fuori le unghie e conclude bruscamente l’intervista. Forse è diventata davvero sarkozysta.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni

Guarda le principali notizie di oggi