ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: salto nel passato sovietico, grazie ai videogiochi

Lettura in corso:

Russia: salto nel passato sovietico, grazie ai videogiochi

Dimensioni di testo Aa Aa

Anche in Unione Sovietica spopolavano i videogiochi, un museo moscovita ne ha riuniti diversi modelli, da sei anni a questa parte. Inventate tra gli anni settanta e novanta, imitando quelle giapponesi, queste macchine arcade – oltre 150 – sono la passione di due ex studenti dell’università di Mosca che le hanno comprate nei parchi pubblici o recuperate gratuitamente. Molti giochi hanno a che fare con la guerra.

“Non vogliamo riprodurre quell’epoca, parlare di politica e dell’Unione Sovietica”, afferma Maxim Pinigin, co-fondatore del museo delle macchine arcade sovietiche. “Qui non ci sono bandiere, non c‘è la gioventù sovietica che si aggira strombazzando. Vogliamo mostrare come venivano utilizzati all’epoca questi giochi”.

Per giocare al retrogaming occorre comprare le vecchie monete sovietiche, per poter fare il salto nel passato. “Ci sono le vecchie monete, la moneta da 15 copechi, ricordi dell’epoca sovietica, è la nostra infanzia, qui possiamo ricordarci di tutto quello che avevamo”, dice un visitatore.

Molto probabile che quasi nessuno di questi giochi sia mai stato visto al di fuori della Russia, visto il divieto alle importazioni straniere che vigeva in epoca sovietica.