ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza, Hamas impone la separazione dei sessi nelle scuole

Lettura in corso:

Gaza, Hamas impone la separazione dei sessi nelle scuole

Dimensioni di testo Aa Aa

La Striscia di Gaza dice addio alle scuole miste. Una nuova legge, voluta da Hamas ed entrata in vigore lunedì, obbligherà già dal prossimo anno scolastico a separare maschi e femmine sin dalle elementari. Inoltre, non sarà più possibile per un uomo insegnare alle ragazze.

Grande soddisfazione è stata espressa da Waleed Mezher, consigliere del Ministero per l’Educazione: “Abbiamo tenuto numerosi laboratori, conferenze e incontri con esperti di educazione. Ci hanno raccomandato tutti il sistema che separa ragazzi e ragazze dall’età di nove anni”.

Ad essere colpite dalle nuove regole saranno in particolare le scuole cristiane e quelle gestite dalle Nazioni Unite, considerato che le scuole pubbliche già attuano il principio.

Contro il provvedimento si sono scagliate le attiviste per i diritti delle donne: “Si continua a perseguire una cultura della separazione – afferma Zeinab Al-Ghoneimi – con il pretesto di vietare la scuola mista. Secondo il ministro per l’educazione e coloro che hanno scritto questa legge questo sarebbe un beneficio per la società”.

L’accusa al movimento islamico Hamas, al potere nella Striscia dal 2007 dopo la lotta interna con i laici di Fatah, è di voler imporre i propri valori sulla società.

Secondo gli attivisti le nuove regole per le scuole – che vietano altresì ai ragazzi di accettare aiuti dalle forze israeliane – seguono una direttrice già vista. Tra i provvedimenti citati, quelli che obbligano le avvocatesse a indossare gli abiti tradizionali o, ancora, quelli che vietano agli uomini di lavorare nei saloni di bellezza.

Il Ministero per l’Educazione ha risposto di aver invitato le scuole private per un confronto sul provvedimento che mette la parola fine alle scuole miste. Ma nessuno si sarebbe presentato.