Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

L’ultima minaccia di Pyongyang “chiuderemo le imprese del Sud”
close share panel

Condividere l'articolo

Twitter Facebook
| Condividere questo articolo
|

Dopo la dichiarazione dello stato di guerra con il Sud, l’escalation di minacce della Corea del Nord tocca anche i rapporti commerciali con Seul.

Il governo Pyongyang ha manifestato l’intenzione di chiudere il complesso di Kaesong, un grande parco industriale al confine tra le due Coree che rappresenta una risorsa importante per le casse in rosso del regime di Kim Jong-un.

Il polo tessile offre lavoro a oltre 53mila nordcoreani e produce un ritorno economico di circa 80 milioni di euro.

L’ultima minaccia del giovane leader arriva al termine di una settimana densa di dichiarazioni bellicose, dall’annuncio di aver messo in stato di allerta le sue forze armate e di aver puntato le sue testate contro le basi statunitensi nel Pacifico.

L’aggresività di Pyongyang è aumentata dopo l’accordo militare in cui Washington si impegna a proteggere Seul da un eventuale attacco.

Il regime che mostra i muscoli per paura, secondo alcuni analisti, accusa i vicini del Sud di aver anche orchestrato un cyber attacco contro i siti del governo e della propaganda.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni
| Condividere questo articolo
|