Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

Cipro, lentamente verso la normalità

Le banche di Cipro hanno ripreso la loro attività. Per almeno un mese gli istituti di credito restano soggetti a rigide restrizioni per evitare una fuga di capitali in seguito al piano di salvataggio concordato da Nicosia con l’eurogruppo e che prevede
un pesante prelievo sui depositi di oltre 100 mila euro.

Dopo una chiusura continuata di 12 giorni la riapertura degli sportelli è avvenuta senza incidenti tanto che il presidente Nicos Anastasiades ha ringraziato di persona con un messaggio di un social network i propri connazionali “per il grande senso di responsabilita’ dimostrato”.

Tra i ciprioti tuttavia prevale lo scetticismo, o, come nel caso di questo residente di Nicosia, l’umore nero:

“La troika verrà il primo aprile, magari per dirci che è stato tutto uno scherzo…”

Intanto i ciprioti fanno i conti con le nuove regole. Prelievi limitati a 300 euro al giorno a persona, mentre chi deve andare all’estero non puo’ portare con sè piu’ di 1.000 euro in contanti pena il sequestro della somma in eccesso.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni