ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vita e morte a Pompei e a Ercolano

Lettura in corso:

Vita e morte a Pompei e a Ercolano

Dimensioni di testo Aa Aa

Per la prima volta il British Museum di Londra presenta una grande mostra sulla vita quotidiana nelle due città romane sepolte sotto le ceneri del Vesuvio nel 79 dopo Cristo. Le sale ospitano oltre 450 reperti: bassorilievi, affreschi, mosaici e monili valorizzati da un allestimento pensato per riportare il visitatore indietro nel tempo.

Vanessa Baldwin, assistente curatrice della mostra:

“Ricostruiamo la vita di ogni giorno. Ci focalizziamo sulla gente comune e su come era organizzato il quotidiano, all’interno delle abitazioni. Non ci occupiamo del contesto urbano, non parliamo di gladiatori, ma dei semplici abitanti. Dai ricchi possidenti agli achiavi che andavano a prendere l’acqua. I visitatori potranno ammirare oggetti di uso comune che risalgono a 2mila anni fa, ma che hanno un’aria familiare perché somigliano a quelli di oggi”.

Mentre una scenografia rievoca la catastrofica eruzione, interessante è l’allestimento generale, che ricalca la tipica struttura dell’antica casa romana. La mostra comincia infatti dall’atrio, per poi guidare il visitatore nei vari ambienti della residenza.

Si prevedono oltre 400mila visitatori per l’esposizione che ha aperto in questi giorni, chiuderà i battenti a fine settembre e sarà senz’altro uno dei più grandi successi della stagione museale estiva della capitale britannica.