Skip to main content

Trapianto di fegato: nuove speranze
close share panel

Condividere l'articolo

Twitter Facebook
| Condividere questo articolo
|

Ogni anno, in Europa e negli Stati Uniti, si effettuano oltre 13mila trapianti di fegato. In attesa dell’operazione, l’organo espiantato viene conservato a bassa temperatura, ma non sempre questo procedimento permette di mantenerne la perfetta funzionalità. All’Università di Oxford, in Inghilterra, è stato messo a punto un nuovo metodo, che sembra dare migliori risultati.

Questa nuova tecnologia è in grado di far funzionare un fegato espiantato per almeno 24 ore.
Collegato a uno speciale dispositivo, l’organo rimane alla temperatura corporea ed è costantemente ossigenato da un flusso di globuli rossi che continua ad alimentare i suoi capillari sanguigni. in pratica il fegato continua a funzionare proprio come se fosse ancora all’interno del corpo.

Il professor Constantin Coussios, ingegnere biomedico dell’università di Oxford, chiarisce:

“Siccome l’organo non è stato raffreddato, non deve essere riscaldato prima dell’operazione, quindi, dopo l’impianto, si rimette a funzionare più rapidamente”.

Il dispositivo potrebbe raddoppiare il numero di organi disponibili per il trapianto, contribuendo così a salvare molte vite. Statisticamente, infatti, circa la metà degli organi provenienti da donatori viene irrimediabilmente danneggiata dal processo di raffreddamento, oppure dall’assenza prolungata di ossigenazione:

“Stiamo entrando in una nuova fase dell’era dei trapianti – dice il chirurgo Nigel Heaton – Il fatto di mantenere il fegato alla temperatura corporea e di garantigli un afflusso di sangue costante, ci consientirà di ottenere risultati migliori”.

I primi trapianti con questo nuovo metodo di conservazione del fegato espiantato sono stati effettuati il mese scorso all’ospedale del King’s College di Londra. I risultati sembrano molto incoraggianti.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni
| Condividere questo articolo
|

Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?