ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Riaprono le banche a Cipro dopo quasi due settimane

Lettura in corso:

Riaprono le banche a Cipro dopo quasi due settimane

Dimensioni di testo Aa Aa

Code e un po’ di ressa hanno accompagnato l’attesa riapertura delle banche a Cipro. Il conto alla rovescia è terminato alle 12 locali. Durava da quasi due settimane a causa della chiusura forzata per i timori di possibili fughe di capitali. I residenti dell’isola mediterranea attendevano da tempo questo momento, non solo per ritirare i contanti, ma anche per depositare assegni. Per ora è possibile prelevare solo 300 euro al giorno.

La borsa, invece, per ora resta ancora chiusa.

Il governo di Nicosia sta mettendo a punto i dettagli delle misure che seguono l’adozione del piano di salvataggio internazionale di 10 miliardi di euro, che include prelievi forzosi sui depositi e una ristrutturazione del sistema bancario.

Tra i punti principali: il limite di tremila euro per i contanti che si possono portare fuori da Cipro, un tetto di cinquemila euro per le transazioni all’estero con carta di credito e di debito (e alcune limitazioni all’utilizzo degli assegni).

I contanti per garantire liquidità alle banche cipriote sono iniziati ad arrivare nella notte su camion che li hanno consegnati alla Banca Centrale per poi essere smistati.