ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Festival Sagra di primavera al Bolshoi

Lettura in corso:

Festival Sagra di primavera al Bolshoi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il teatro Bolshoi festeggia il centesimo anniversario della prima della ‘Sagra di primavera’. Il teatro moscovita, uno dei più celebri del mondo, dedica un festival al balletto che nel 1913, a Parigi, consacrò Igor Stravinskij in tutto il mondo.

Per il Boshoi si tratta della prima grossa operazione dopo il fattaccio dell’attacco al vetriolo contro l’ex direttore artistico Serguei Filin.

Il festival propone diverse interpretazioni del balletto. Quella del Bolshoi, ovviamente, firmata dalla coreografa Tatiana Baganova, ma sono invitati anche il Ballet Béjart di Losanna, il Tanztheater di Wuppertal, reso famoso da Pina Bauch, e il Balletto nazionale finlandese.

E’ la prima volta che la direttrice del Teatro provinciale russo di Ekaterinburg,Tatiana Baganova, lavora per il Bolshoi:

“È un’occasione splendida, visto poi che si svolge nella sede prestigiosa di questo teatro statale. Gli spettatori che avranno modo di assistere a tutte e quattro le produzioni potranno cogliere l’evoluzione dell’opera fino ai giorni nostri”.

Il primo ballerino Alexei Torgunakov:

“Nelle precedenti produzioni, i coreografi sceglievano sempre un’unica vittima sacrificale. In questa versione dell’opera di Stravinskij, invece, tutti i personaggi sono chiamati al sacrificio per ottenere la tanto agognata acqua”

Il Festival della Sagra di Primavera, è in cartellone al Bolshoi di Mosca fino al 21 aprile.