ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cipro: scarseggia la liquidità,

Lettura in corso:

Cipro: scarseggia la liquidità,

Dimensioni di testo Aa Aa

A Cipro sembra di essere in tempo di guerra: niente denaro e i generi alimentari che cominciano a scarseggiare. Anche beni di prima necessità come frutta e verdura rischiano di diventare un lusso. Qui, in un mercato di Nicosia ai banchi di frutta e verdura si registrano cali nettissimi. La disperazioni di acquirenti e venditori.

“Dobbiamo fare attenzione. Non abbiamo più soldi. Possiamo comprare solo l’essenziale”.

“Si vende il 40, 50% in meno, la gente non compra più come un tempo. Solo il basico, ad esempio le patate”.

A causa delle misure anticrisi richieste dalla Troika di Bruxelles l’economia della parte dell’isola che fa parte dell’Unione Europea è ferma. Secondo gli analisti però la stretta anticrisi potrebbe fare più bene che male.

“L’economia cipriota si sta dirigendo in acque sconosciute. Da una parte forse si potrà davvero riformare il sistema bancario greco. Dall’altra però ha ridotto i servizi che sono il 20% del prodotto interno lordo cipriota”.

Le banche a Cipro sono chiuse dal 16 marzo scorso e ogni giorno che passa non fa che peggiorare la situazione degli affari e della gente comune, dice il nostro inviato. Ma anche quando le banche riapriranno i problemi non finirano visto che persisteranno forti limitazioni nei prelievi bancari.