ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlino: rimosso un pezzo di muro, si riaccende la protesta

Lettura in corso:

Berlino: rimosso un pezzo di muro, si riaccende la protesta

Dimensioni di testo Aa Aa

Un pezzo di muro, portato via all’alba con tutto il suo carico d’arte, di storia e di polemiche: a Berlino, alle 4 di mattina e con la protezione di 250 agenti di polizia, l’impresa di costruzioni che realizza un progetto di edilizia residenziale sulle rive del fiume Spree ha fatto rimuovere circa 5 metri del muro che divise la capitale tedesca ed oggi è storia ed arte che attira turisti da tutto il mondo.

Questo tratto, lungo 1,3 km, si chiama l’East Gallery, il più lungo rimasto in piedi.

Per difenderlo serve una mobilitazione ulteriore, secondo uno dei leader del movimento di difesa dell’East Gallery:

“George Clooney è in città in questi giorni, e c‘è anche il suo amico Matt Damon. Sarebbe bellissimo se venissero qui. A quanto pare abbiamo bisogno che se ne parli molto durante il periodo pasquale, per salvare questo pezzo della nostra storia recente”.

Un appello che i militanti per la protezione del muro hanno accompagnato con la minaccia di manifestazioni tali da bloccare per tre settimane la strada vicina.

Qualche settimana fa furono proprio le proteste a bloccare i lavori, e intervenne anche David Hasselhoff, il protagonista di Baywatch, amatissimo a Berlino perché già nell’89 si precipitò sotto il muro a cantare la sua canzone: “looking for Freedom”, o “In cerca della libertà”.