ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

TNT taglia 4mila posti di lavoro dopo la fusione fallita con UPS

Lettura in corso:

TNT taglia 4mila posti di lavoro dopo la fusione fallita con UPS

TNT taglia 4mila posti di lavoro dopo la fusione fallita con UPS
Dimensioni di testo Aa Aa

Viaggiare da soli significa essere costretti a “viaggiare leggeri”. Lo sa bene TNT Express. Fino a pochi mesi fa doveva essere assorbita dall’americana UPS. Ora, dopo lo stop da parte delle autorità antitrust europee all’acquisizione, è costretta a mettere in atto una profonda ristrutturazione per affrontare il futuro da in solitudine.

Il gigante olandese delle consegne espresse annuncia il taglio di 4 mila posti di lavoro, di cui due terzi in Europa, dove produce gran parte del fatturato. Obiettivo: risparmiare 220 milioni di euro entro il 2015.

I tagli vanno ad aggiungersi alla vendita già annunciata delle filiali in Cina e Brasile. Il piano dovrebbe costringere l’azienda a costi straordinari per 150 milioni di euro ma, nelle intenzioni dei vertici, portare all’aumento del margine operativo e del fatturato.