ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cipro. Proteste contro Europa e troika a Nicosia

Lettura in corso:

Cipro. Proteste contro Europa e troika a Nicosia

Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre scorrono le ultime ore di speranza per il salvataggio di Cipro, le manifestazioni si moltiplicano a Nicosia. Dov‘è finito il significato della parola Unione in un’Europa che sembra abbandonare l’isola? E’ la domanda che polemicamente rivolgono i manifestanti che protestano contro la troika.

“Stiamo cercando di levare la nostra voce per salvare il Paese, ma l’Europa ci ha voltato le spalle, la Russia ci ha voltato le spalle, Israele ci ha voltato le spalle. Niente, siamo soli, siamo un piccolo Paese nel mezzo del Mediterraneo” dice un manifestante.

Una delle manifestazioni si è svolta difronte all’Istituto culturale Europeo della capitale cipriota, in un’atmosfera di tensione e allo stesso tempo di disillusione.

“Ci aspettiamo solidarietà dall’Europa” spiega una manifestante. “Ci aspettiamo che l’Europa che abbiamo sognato, l’Europa del sostegno, l’Europa di tutte le nazioni unite, ci dia il suo appoggio. Siamo una piccola isola, il nostro problema non è così grande e ci aspettiamo l’appoggio dell’Europa”.

Ancora: tra i motivi di protesta che spingono i cittadini ciprioti per le strade c‘è l’impossibilità di ritirare più di 100 euro dai bankomat di tutti gli istituti bancari. Una situazione che dura da 10 giorni e le banche non hanno in programma di riaprire almeno fino a mertedì.