ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cipro: le reazioni sulla strada

Lettura in corso:

Cipro: le reazioni sulla strada

Dimensioni di testo Aa Aa

Le decisioni prese a Bruxelles danno respiro ai mercati, e in qualche modo salvano i risparmiatori e colpiscono in modo meno indiscriminato del temuto gli investitori.
Ma avranno conseguenze importanti, e gravi, per l’economia nazionale e quindi per la popolazione. Conseguenze che, evidentemente, vanno ben al di là della chiusura di una banca.

“Le decisioni prese sono dure, è una catastrofe, ci vorrà molto tempo prima che le cose tornino a funzionare”

“Quel che è successo è una grande vergogna, ma per come stavano andando le cose cos’altro potevano fare? Non c’era altra soluzione. Che Dio ci aiuti”.

“Abbiamo imparato ad aver paura, abbiamo imparato cos‘è il panico, adesso dobbiamo imparare a semplificare le cose, a reagire con calma e a decidere con più equilibrio”.

La preoccupazione per il futuro è evidente, c‘è rabbia, frustrazione, ma c‘è anche una grande forza d’animo: i ciprioti sono delusi, ma tutt’altro che rassegnati.