ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cipro: i timori in Grecia

Lettura in corso:

Cipro: i timori in Grecia

Dimensioni di testo Aa Aa

La festa nazionale in Grecia distrae dalle preoccupazioni quotidiane, ma non abbastanza da non accorgersi di quel che accade nella vicina Cipro.
Solidarietà, ma soprattutto preoccupazione, nei commenti: perché finora si era conosciuto il rigore, non ancora il buco nero bancario:

“Se non puoi fidarti a mettere i tuoi soldi in banca, ovviamente è una preoccupazione, cosa puoi fare? Di certo non vuoi metterli in un posto dove può arrivare qualcuno a prenderli per aiutare a ottenere un prestito per il Paese”.

“Le cose vanno molto male a Cipro e ora siamo preoccupati che accada lo stesso in Grecia, perché siamo i prossimi”.

“Tutti, nell’Europa meridionale, devono in qualche modo prepararsi ad affrontare queste situazioni. È evidente che c‘è qualche forma di conflitto in corso tra nord e sud”.

La festa nazionale del 25 marzo ricorda l’inizio della guerra di liberazione dall’impero ottomano, nel 1821. Oggi, è un giorno di respiro, nel quale i negozi chiudono per festa e non per crisi.