ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

UE: stallo sul sostegno a ribelli anti-Assad

Lettura in corso:

UE: stallo sul sostegno a ribelli anti-Assad

Dimensioni di testo Aa Aa

Procede in ordine sparso l’Unione Europea sul sostegno logistico ai ribelli anti-Assad. In una riunione a Dublino, la UE non è riuscita a mettersi d’accordo sull’invio di armi pesanti ai ribelli. L’iniziativa di Francia e Gran Bretagna non è piaciuta a diversi partner europei, ma il ministro degli esteri francese Laurent Fabius ha un’altra opinione: “Se togliamo l’embargo è per sbloccare la situazione e aiutare l’opposizione ad Assad. Ovvio che dobbiamo esser certi che queste armi non cadranno in mani ostili”.
Fra i 27 alcuni mostrano dubbi, altri invece sono palesemente contrari a questa idea. È il caso dell’Austria. Il ministro degli esteri Michael Spindelegger oltre a dire che l’Unione Europea non è stata creata per fornire armi, ha aggiunto che non ci sono garanzie che queste armi finiscano nelle mani giuste: “Nessuno può esserne certo. È il grosso problema”.

Il fronte del no è comunque sempre più largo e lo stallo totale.

“Questa riunione era informale”, dice la nostra inviata, “e quindi nessuna decisione è stata presa. Dopo aver imposto il dibattito Londra e Parigi cercano di serrare i ranghi. Adesso non si parla più di togliere l’embargo, ma di allegerirlo”.