ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sloveni profeti in patria

Lettura in corso:

Sloveni profeti in patria

Dimensioni di testo Aa Aa

Sul trampolino di Planica, i padroni di casa della Slovenia vincono l’ultima gara a squadre stagionale di ski jumping, esaltando i tanti spettatori che non si sono lasciati sfuggire l’evento.

La piazza d’onore è stata appannaggio della Norvegia, terza invece l’Austria, a completare il podio.

Successo mai in discussione per la Slovenia, che ha sin dall’avvio messo le cose in chiaro, raggranellando un ampio margine sulle contendenti.

Nella seconda manche, nonostante il livello dei locali sia calato, è arrivato il meritato trionfo.

A fronte dell’assenza forzata di Jacobsen – rottura del legamento crociato anteriore per lui -, i norvegesi (secondi) hanno azzeccato salti fruttuosi, come quello effettuato da un’altezza di 230 m, autore Bardal.

L’Austria, campione mondiale a squadre, ha invece perseverato nell’anomala idiosincrasia con la Coppa del Mondo, anche a causa di uno Schlierenzauer poco “se stesso”, probabilmente appagato dagli albori del giorno pecedente.

Ottava posizione, infine, per l’Italia.