ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il piano B di Cipro alla prova del Parlamento e della piazza

Lettura in corso:

Il piano B di Cipro alla prova del Parlamento e della piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

Rush finale per il parlamento cipriota che, tra le proteste di piazza non stop, deve votare un piano B che consenta il salvataggio del paese.

Per il via libera al piano da 10 miliardi, serve una manovra da 5,8 miliardi.

Dopo il fallimento delle trattative con Mosca, sono ancora in gioco i contestati prelievi forzosi sui depositi bancari: i leader dei partiti starebbero negoziando con la Troika una tassa intorno al 15 per cento, limitata però ai conti superiori ai 100 mila euro.

Si pensa inoltre a un fondo di solidarietà e a impegnare i beni dello Stato e gli immobili della Chiesa greco-ortodossa.

E mentre Standard & Poor’s declassa ulteriormente il rating dell’isola, Angela Merkel fa sapere che la pazienza europea ha un limite.

L’Eurogruppo garantirà liquidità solo fino a lunedì.