ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Myanmar: coprifuoco per scontri fra buddisti e musulmani

Lettura in corso:

Myanmar: coprifuoco per scontri fra buddisti e musulmani

Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora una notte di coprifuoco a Meikhtila, sulle sponde del lago omonimo nella regione di Mandalay, al centro dello stato di Myanmar.

Le decisione è stata presa dalle autorità dopo gli scontri che hanno ucciso dieci persone, incluso un monaco buddista, e ferito altre decine. I disordini sono scoppiati nella giornata di mercoledì, dopo un banale litigio avvenuto tra una coppia buddista e i proprietari musulmani di un’oreficeria, sfociato in una rivolta che ha coinvolto centinaia di persone. Ovvia la disperazione di chi in quelle zone, a nord della capitale Nay Piy Taw, ci abita:
“È una cosa terribile quello che accade qui”, dice quest’uomo, “colpisce tutti. Io sono buddista e non voglio che a nessuno sia fatto del male.
Le tensioni tra buddisti e la minoranza musulmana sono in fermento dall’anno scorso, quando nello Stato occidentale di Rakhine sono state uccise 110 persone. Stando alle fonti ufficiali almeno 120 mila sono rimaste senza casa.