ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cipro cerca un "piano B" per scongiurare la bancarotta

Lettura in corso:

Cipro cerca un "piano B" per scongiurare la bancarotta

Dimensioni di testo Aa Aa

Cipro cerca di escogitare un’alternativa per salvarsi dalla bancarotta, dopo la bocciatura del Parlamento del piano di salvataggio, e sotto il crescente peso di Mosca.

La Banca Centrale Europea estende la copertura di liquidità ma lancia l’ultimatum: se entro lunedì Nicosia non avrà una soluzione, i rubinetti dell’Emergency Liquidity Assistance si chiuderanno.

Una partita cruciale si gioca conuna serie di incontri in Russia, da dove è arrivata la grossa fetta dei capitali finiti nelle banche di Cipro. Si discute di una possibile cooperazione nel settore bancario ed energetico.

“Finora le azioni dell’Unione europea, della Commissione europea insieme al governo cipriota – ha detto il premier russo Dimitri Medvedev – mi sono sembrate come un elefante in una cristalleria, hanno forse nostalgia la crisi?”

Il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Djisselbloem dice di non vedere alternative al prelievo forzoso dei correntisti, sui cui Nicosia è stata però costretta a fare per ora retromarcia.

E lavora a quello è stato bollato come “Piano B”, – già controverso per via dell’ipotesi di convertire in titoli di Stato gli attivi dei fondi pensionistici.

Intanto sull’isola i prelievi – limitati – sono ancora consentiti ai bancomat, ma le banche restano chiuse almeno fino all’inizio della prossima settimana, così come resta chiusa la borsa.