ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Dall'Europa prime reazioni e una seconda chance per Cipro

Lettura in corso:

Dall'Europa prime reazioni e una seconda chance per Cipro

Dimensioni di testo Aa Aa

Rammarico unanime in Europa per il no di Cipro al pacchetto dell’Eurogruppo e soprattutto all’impopolare tassa sui depositi bancari.

Ma altrettanto condivisa è l’idea che, chiusa una strada, bisogna trovarne un’altra. E che la palla ora sia in campo cipriota:

“Cipro ha bisogno di aiuto da parte dell’Unione europea”, ha dichiarato il ministro degli esteri austriaco, Michael Spindelegger, “è nel diritto dei deputati e del parlamento ciprioti votare contro ma devono anche proporre soluzioni alternative”.

Il primo ministro spagnolo mette all’indice le banche e si schiera coi risparmiatori: “Il sistema finanziario di Cipro è messo male e ha bisogno di capitalizzare”, ha detto Mariano Rajoy, “Ovviamente, non sono d’accordo che le persone perdano i loro depositi, non sono loro i responsabili di questa situazione”.

Anche da parte tedesca c‘è disponibilità a una seconda chance, espressa da Angela Merkel: “Sono dispiaciuta ma rispetto la decisione cipriota”, ha dichiarato la cancelliera tedesca, “Ora dobbiamo aspettare e vedere quale proposta alternativa Cipro farà alla Troika”.

Sull’isola intanto fervono le discussioni tra i partiti politici per trovare un’altra soluzione che piaccia all’Europa e allontani lo spettro della bancarotta.