ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Presidente bielorusso stupisce ancora

Lettura in corso:

Il Presidente bielorusso stupisce ancora

Dimensioni di testo Aa Aa

In un’intervista andata in onda in questi giorni sulla televisione russa, Alexandr Lukashenko ha ribadito le sue posizioni in materia di omosessualità ed è ritornato anche sulla questione della cessione della sua funzione al figlio più giovane.

“Ho giurato che non cedero’ mai il mio potere a un parente o a mio figlio. E’ fuori questione”.

Così ha smentito le voci che si diffusero l’anno scorso dopo una visita in Venezuela. Lukashenko mise in luce la presenza del figlio Nikolai, e il fatto che in una ventina d’anni questi sarebbe stato pronto a raccogliere i frutti della loro collaborazione. Lukashenko, nell’intervista ha lanciato anche un’altra bomba in tema di omosessualità:

“Posso perdonare le donne lesbiche, ma non perdonero’ mai un uomo gay, perché una donna diventa lesbica solo se l’uomo è debole”.

Lukashenko aveva già scatenato un vespaio l’anno scorso dopo aver dichiarato, testuali parole, “meglio essere dittatori che gay”. Una reazione alle dichiarazioni del ministro degli esteri tedesco Guido Westerwelle che ha definito la Bielorussia“l’ultima dittatura d’Europa” a margine delle sanzioni europee per le continue violazioni di diritti umani nel paese.