ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hasselhoff a Berlino per proteggere il muro di cui cantò la caduta

Lettura in corso:

Hasselhoff a Berlino per proteggere il muro di cui cantò la caduta

Dimensioni di testo Aa Aa

Per non dimenticare il prezzo della libertà. David Hasselhoff a Berlino per dire no all’abbattimento della cosiddetta East Side Gallery, la parte del vecchio muro trasformata in tela da decine di artisti.

‘Michael Knight’ per chi lo ricorda nella serie ‘Supercar’ o ‘Baywatch’ per i più giovani, Hasselhoff cantò ‘Looking for freedom’ alla porta di Barndeburgo il 31 dicembre 1989. Ora il muro rischia di cadere ma per dare spazio alla speculazione edilizia.

“Il muro è divenuto un simbolo e la sua immagine è legata all’immagine di Berlino e anche all’industria del turismo” dice una manifestante. “Credo che sia ridicolo il modo in cui Berlino danneggia la propria reputazione”.

“Credo che il muro non debba sparire, assolutamente, non solo per ragioni storiche ma anche per le persone che qui hanno sofferto. E’ un monumento e come tale deve restare” dice un altro partecipante alla manifestazione.

La demolizione della porzione di 1,3 chilometri del muro è stata per il momento sospesa dopo una mobilitazione che ha conivolto oltre 10.000 persone.