ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Rabbia a Cipro per il salvataggio con prelievo sui conti correnti

Lettura in corso:

Rabbia a Cipro per il salvataggio con prelievo sui conti correnti

Dimensioni di testo Aa Aa

Rabbia e choc a Cipro per l’accordo sugli aiuti dall’Eurozona, 10 miliardi di euro in cambio di austerity e con un pesante prelievo sui depositi.

“Una decisione dolorosa” ha detto il presidente cipriota Nicos Anastasiades, ma necessaria per ottenere l’appoggio finanziario internazionale ed evitare la bancarotta.

In attesa delle riapertura delle banche, martedì, la popolazione incredula si accalca ai bancomat per prelevare i propri risparmi:

“Perché dovrebbero prendere i nostri soldi?”, si indigna un’abitante di Nicosia, “Abbiamo lavorato tutta la vita per mettere qualcosa da parte, è davvero ingiusto. “

“È davvero scandaloso”, aggiunge un altro cipriota, “la situazione è inaccettabile”.

Dalle parole ai fatti, anzi alle plateali maniere forti: a Limasol, alcuni manifestanti hanno parcheggiato un bulldozer davanti a una banca e minacciano di sfondare se i loro soldi verranno toccati.

Le entrate previste dai prelievi forzati sfiorano i 6 miliardi di euro.