ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Da Eurogruppo 10 miliardi a Cipro e tassa sui depositi, sull'isola è corsa agli sportelli

Lettura in corso:

Da Eurogruppo 10 miliardi a Cipro e tassa sui depositi, sull'isola è corsa agli sportelli

Dimensioni di testo Aa Aa

A Cipro è corsa agli sportelli bancari dopo l’annuncio dell’accordo sugli aiuti dall’Eurozona.
10 miliardi di euro per il salvataggio dell’isola in cambio di un pesante prelievo sui depositi.

Cipro è il quarto paese, dopo Grecia, Irlanda e Portogallo, a ottenere un programma di salvataggio finanziario dall’Eurozona.

Il cancelliere tedesco, Angela merkel, che prima del vertice aveva definito irresponsabile l’ipotesi di abbandonare Cipro, parla di soluzione giusta: “La nostra linea è stata: le persone che hanno i loro depositi nelle banche di Cipro devono contribuire al salvataggio di Cipro – ha detto il capo del governo tedesco – Quindi, tutti coloro che hanno più di 100.000 euro nei propri depositi bancari subiranno un prelievo del 9,9%. In tal modo, contribuiranno anche le persone responsabili della crisi e non solo i contribuenti di altri Paesi. A mio avviso, questa è la cosa più giusta da fare”.

L’accordo è arrivato alla fine di un duro negoziato notturno durato 10 ore e prevede, per depositi inferiori ai 100mila euro, una tassa straordinaria del 6,75%. Le entrate previste dai prelievi forzati sono pari a 5,8 miliardi di euro.