ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna, Corte europea: legge sui prestiti incompatibile con normativa UE

Lettura in corso:

Spagna, Corte europea: legge sui prestiti incompatibile con normativa UE

Dimensioni di testo Aa Aa

Il credito uccide, e in Spagna più che altrove: dopo una serie di suicidi, la Corte Europea di Giustizia ha stabilito che la legge spagnola che regola i mutui non è compatibile con la normativa europea. Il governo di Madrid si è impegnato a modificare la legge, anche se banche ed esecutivo temono che le modifiche proposte finiscano per far costare di più il credito e affievolire l’effettività delle garanzie bancarie.
Era stato un giudice catalano a interessare alla questione la Corte di Lussemburgo. La sentenza apre un orizzonte, ma per le associazioni delle vittime del debito la festa è rinviata:

“Abbiamo sempre detto che serve una modifica della norma, la possibilità di aver giustizia non può dipendere dalla mobilitazione dei cittadini o dall’attività dei giudici o della Corte Europea. Ci serve una legge giusta che metta fine alla violazione dei diritti fondamentali”

In pratica ora un giudice, se sospetta che una linea di credito includa clausole illegali, potrà sospendere l’espulsione del proprietario dalla casa ipotecata. La legge attuale non lo consente, l’espulsione avviene anche in caso di ricorso pendente e il debito resta dovuto, con tassi che salgono fino al 25%.