ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mumford&Sons. Felicità è: suonare dal vivo

Lettura in corso:

Mumford&Sons. Felicità è: suonare dal vivo

Dimensioni di testo Aa Aa

Reduci dal trionfo ai Grammy awards, i Mumford &Sons sono partiti in tournée. La loro prima tappa è stata Monaco di Baviera. Il gruppo indie folk londinese si sta godendo il successo del secondo album “Babel”, che ha scalato le classifiche internazionali immediatamente dopo l’uscita, nel settembre scorso:

“È tutto ok – dice il cantante Marcus Mumford – Ci stamo concentrando solo sui concerti. In questo momento non ci interessa altro, né la stampa e neanche i premi o le vendite dell’album. D’accordo, non è che ci dispiaccia, ma tutto questo è passato, adesso ci dobbiamo focalizzare sui concerti. Con tutto quello che abbiamo da fare ogni giorno, non corriamo il rischio di distrarci”.

Oltre a quello per il miglior album, i Mumford&Sons hanno vinto un Grammy per il miglior film musicale dell’anno. Si tratta di “Big easy express”, che racconta il viaggio da San Francisco a New Orleans compiuto dalla band nella primavera del 2011 insieme ad altre formazioni folk rock: Old Crow Medicine Show e Edward Sharpe and the Magnetic Zeroes:

“Girare video è solo una specie di piccola distrazione per noi – dice il bassiste Ted Dwane – Ci piace fare concerti e scrivere canzoni, tutto il resto è solo accessorio. In un certo senso, credo che ci sentiamo una band fatta apposta per suonare dal vivo”.

I Mumford&Sons sono in questi giorni in Italia e saranno in concerto, fra Europa, Stati uniti e Canada, fino a metà settembre.