ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ue: un vertice contro l'austerità

Lettura in corso:

Ue: un vertice contro l'austerità

Dimensioni di testo Aa Aa

Sud contro Nord. Austerità vs rilancio d’investimenti e occupazione. A Bruxelles va in scena l’ennesima contrapposizione tra i leader europei. Il vertice di primavera, inaugurato da un’improvvisa nevicata, mostra ancora un’Europa divisa. A chiedere cambiamenti Italia-Francia e Spagna, che a sopresa ottengono anche l’appoggio di Belgio e Olanda. Con la disoccupazione ai massimi storici per il Mediterraneo la priorità è far ripartire l’economia.
E mentre Parigi sfida Berlino preannunciando un lieve sforamento di bilancio per il 2013, Monti invita i colleghi a riflettere sull’esito del voto italiano. Per l’ex Premier si tratta dell’ultimo summit come rappresentante ufficiale dell’Italia.

Definito dai giornalisti il summit sociale la riunione di Bruxelles sembra piuttosto una programmazione d’intenti per i mesi a venire. Lontani i tempi di Merkozy. La Germania perde fan non soltanto a livello di cittadinanza europea,ma tra gli stessi leader. Complice anche un ricambio elettorale dei referenti al tavolo dei negoziati.

Tra i ventisette rimane ancora chi, come l’Irlanda, continua a credere nelle misure adottate. Come spiega Lucinda Creighton, Ministro irlandese, degli Affari europei:“Credo che gli obiettivi vadano rispettati, dobbiamo ridurre il debito e assicurarci un equo divario tra entrate e uscite”.

Angela Merkel può contare anche sul Presidente Cipriota Nikos Anastasiades, conservatore ed europeista convinto. Forse per necessità visto che il Paese aspetta di conoscere il verdetto sugli aiuti richiesti alla Troika.