ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Conclave, la fumata bianca, l'habemus papam e l'apparizione di Papa Francesco

Lettura in corso:

Conclave, la fumata bianca, l'habemus papam e l'apparizione di Papa Francesco

Dimensioni di testo Aa Aa

L’orologio della Basilica di San Pietro segna le 19 e 06 quando il camino della Cappella Sistina si mette a fumare nel secondo giorno del conclave. E la fumata è bianca: i 115 cardinali hanno eletto il nuovo Papa. I fedeli urlano di gioia. Habemus papam.

Il cardinale francese Tauran dà l’annuncio poco dopo le 20 e, qualche minuto dopo, il nuovo pontefice, Papa Francesco, il cardinale argentino Jorge Bergoglio, appare al balcone.

“Fratelli e sorelle buonasera. Voi sapete che il dovere del Conclave è di dare un cescovo a Roma. Sembra che i miei fratelli cardinali sono andati a prenderlo quasi alla fine del mondo”, sono state la prime parole del Papa, che ha poi recitato il Padre Nostro e l’Ave Maria.

E prima di dare la benedizione urbi et orbi ha chiesto ai fedeli di pregare perché il Signore benedicesse lui. Poi si è congedato dicendo “buona notte e buon riposo”.