ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Buenos Aires in festa per il primo Papa argentino della storia

Lettura in corso:

Buenos Aires in festa per il primo Papa argentino della storia

Dimensioni di testo Aa Aa

Buenos Aires esulta. Ma qualche ombra c‘è ad offuscare la gioia dell’Argentina per l’elezione del primo Papa non Europeo in epoca moderna. Un rapporto altalenante con i Kirchner, qualche polemica sul suo rapporto con la dittatura militare. Ma per ora prevale il giubilo dei fedeli.

“Non ce l’aspettavamo” dice un curato di Buenos Aires “ma siamo sicuri che sarà un grande Papa. Lo conosciamo molto bene, sappiamo che è una persona santa e adesso lo sarà ancora di più. Siamo molto felici”.

“E’ molto, molto importante per un Paese pieno di conflitti, ci serve unità” sostiene un residente della capitale. “Dobbiamo smettere di pensare al passato e dobbiamo continuare a lottare per la pace, la pace per questo Paese”.

Non solo il primo Papa argentino, ma anche il primo non europeo, il primo gesuita della storia eletto al soglio pontificio. Ma soprattutto il primo, in 2000 anni di storia della Chiesa, ad aver scelto il nome di Francesco.

“Il fatto che il primo Pontefice non europeo venga da qui” dice il nostro inviato Olaf Bruns “è una spinta non soltanto per la Chiesa argentina ma per l’America Latina in generale. Tuttavia, Francesco è anche stato accusato di aver avuto rapporti troppo stretti con la dittatura militare negli Anni Settanta”.