ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'artigiano orafo che fabbrica l'anello del papa

Lettura in corso:

L'artigiano orafo che fabbrica l'anello del papa

Dimensioni di testo Aa Aa

L’anello del pescatore accompagna ogni papa durante il suo regno e si chiama così perché rappresenta San Pietro mentre compie la miracolosa pesca sul lago di Tiberiade.

In attesa dell’elezione del nuovo pontefice, siamo andati nell’officina orafa romana, che ha appena realizzato l’anello per Bendetto XVI.

Claudio Franchi, spiega le origini dell’esclusivo gioiello.

“E’ una tradizione che risale ai riti del 13. secolo. L’anello serviva come sigillo per i documenti papali. Per questo alla morte il camerlengo lo ritira e lo distrugge, per impedire dei falsi. Per i papi di oggi però l’anello non è un sigillo ma un simbolo”.

Come i papi, anche i singoli anelli hanno storie diverse. Quello appartenuto a Giovanni Paolo II, ad esempio, non venne distrutto ma solo annullato, per poi venire donato simbolicamente a San Giuseppe. Ora si trova esposto in una chiesa di Wadowice, in Polonia, cittâ natale di Karol Woytila.