ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francesco, primo Papa sudamericano

Lettura in corso:

Francesco, primo Papa sudamericano

Dimensioni di testo Aa Aa

Il duecentosessantaseiesimo Papa, Francesco, è un argentino, l’Arcivescovo di Buenos Aires: Jorge Mario Bergoglio, 76 anni, è un gesuita. Era l’unico gesuita tra i cardinali elettori.

Non era incluso nelle liste dei “papabili”, e la sua nomina ha sorpreso tutti, anche in Argentina. Di lui si è parlato pochissimo, anche se si dice che la scorsa volta, quando fu eletto Benedetto XVI, Bergoglio fu in corsa fino all’ultimo.

Al di là di un prestigioso percorso di studi teologici – ma in realtà prima di prendere i voti si era formato come perito chimico -, da Arcivescovo si era conquistato una notevole popolarità per via della scelta di abitare in un modesto appartamento invece che nella sede arcivescovile; e perché assunse un ruolo di leadership morale durante la crisi economica che mise in ginocchio l’Argentina.

Da Bergoglio, in materia di riforme e di modernizzazione della Chiesa, forse c‘è da aspettarsi poco: molto conservatore sui temi della contraccezione e naturalmente anche dell’aborto e delle unioni omosessuali, potrebbe non metter mano direttamente alle strutture vaticane, perché ha sempre privilegiato gli aspetti pastorali e la santità personale rispetto alle riforme strutturali.

Il suo nome, comunque, unisce due mondi: è un Papa sudamericano, il primo, ma è figlio di un ferroviere piemontese.