ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Esilio fiscale, nuovi dirigenti francesi pronti a partire

Lettura in corso:

Esilio fiscale, nuovi dirigenti francesi pronti a partire

Dimensioni di testo Aa Aa

La polemica sugli esiliati fiscali è destinata a riaccendersi in Francia. Nelle ultime ore, infatti, altri nomi di possibili alti dirigenti d’azienda pronti a cambiare residenza si sono aggiunti alla lista che vede in testa Bernard Arnault (foto), l’uomo più ricco d’Europa, che l’anno scorso chiese la nazionalità belga.
In un’intervista a « Le Monde », il direttore generale di Dassault Systèmes Bernard Charlès ha ammesso di stare valutando di lasciare la Francia a causa del peso fiscale sui capitali e le stock-options e ha rivelato che altri dirigenti della sua azienda si sono già trasferiti in altri Paesi, fiscalmente più accoglienti. Bernard Charlès è uno dei dirigenti meglio pagati in Francia.
Anche alcuni dirigenti di aziende del gruppo LVMH, conglomerato del lusso che fa capo a Bernard Arnault, sono in partenza. Secondo il « Financial Times », si tratta di Gilles Hennessy, discendente del fondatore della celebre marca di cognac e attuale vicepresidente commerciale di Moët Hennessy ; e Christophe Navarre, amministratore delegato di Moët Hennessy.
Secondo voci riferite dal “FT”, altri membri del board di LVMH sarebbero sul punto di trasferire la loro residenza in Svizzera e a Singapore.