ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: decretato lo stato di emergenza nel Sinai

Lettura in corso:

Egitto: decretato lo stato di emergenza nel Sinai

Dimensioni di testo Aa Aa

Proclamato lo stato di emergenza nel Sinai. Il ministero dell’Interno egiziano cerca di contenere la rabbia esplosa a Port Said.

Con incendi e tentativi di bloccare il canale di Suez, in migliaia protestano dopo la conferma della condanna a morte di 21 tifosi coinvolti negli scontri dello scorso anno allo stadio in cui rimasero uccise oltre 70 persone.

“Il comandante per la sicurezza, il governatore, i responsabili dei servizi segreti di Port Said e il ministro dell’Interno – dice un cittadino, Mohamed Hussein – Tutti questi, uno per uno oltre a coloro che avrebbero dovuto garantire la sicurezza intorno allo stadio, sono quelli che dovrebbero essere condannati a morte. Loro sanno qual è la verità”.

Gli scontri, a febbraio dell’anno
scorso, scoppiarono alla fine di una partita tra la squadra del Cairo e il Port Said.

Con la sentenza sono stati inoltre disposti cinque ergastoli, quindici anni per dieci persone e ventotto in tutto le assoluzioni.

Le proteste contro il verdetto vanno ben oltre il confronto calcistico. Ma si sono si sono già trasformate in una dura contestazione al governo del presidente Morsi.