ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Un progetto su misura per le donne

Lettura in corso:

Un progetto su misura per le donne

Dimensioni di testo Aa Aa

Serge Rombi, euronews: “Benvenuti a Business Planet qui a Bratislava in Slovacchia dove, come nel resto d’Europa, le donne rappresentano appena un terzo dell’imprenditoria al femminile. Proprio per sviluppare questo settore, un’iniziativa interessante è stata messa a punto quattro anni fa, qui ma anche a due passi da qui, in Austria”.

Siamo a Hainburg, in Austria, a una ventina di minuti da Bratislava. Qui, nel 2008 Luica Haquel ha aperto il suo studio d’architettura. Dopo tre anni come libera professionista ha dovuto arrendersi all’evidenza: la sua formazione internazionale e le sue eccellenti conoscenze tecniche non la rendevano comunque un’imprenditrice. Luica si è quindi avvicinata al progetto Regionfemme organizzato dalle camere di commercio di Bratislava e di Vienna.

“Avevo davvero bisogno – dice Luica Haquel – di una formazione nel campo degli affari. Avevo bisogno d’informazioni. Come gestire un’impresa, come aggiudicarsi nuovi contratti, sviluppare il marketing. In effetti tutto ciò che è legato al mondo degli affari”.

Luica ha partecipato a diversi seminari e stage su questi temi e ha ottnuto informazioni cruciali sugli aspetti legali che servono per far funzionare un’impresa sia in Slovacchia che in Austria. Risultato: la sua attività si è sviluppata e oggi Luica riesce ad ottenere contratti decisamente più sostanzioni.

“In questo momento – spiega – sto concludendo la trattativa per un grosso progetto. Si tratta di 15 appartamenti per una superficie totale di mille metri quadri. Potrebbe darmi lavoro per tre anni e potrebbe portarmi a creare dei posti di lavoro nel mio studio”.

Sono in 2200 le donne che hanno partecipato al progetto Regionfemme. In Austria e in Slovacchia. Il progetto Regionfemme ora ha anche un’aura europea. Infatti è stato finalista del Premio europeo 2012 per la promozione dello spirito d’impresa. Ivana Kondasova lavora per la Camera per il commercio e l’industria slovacca e ha supervisionato questa iniziativa: “Uno dei pilastri del progetto Regionfemme, era l’accademia per le creatrici d’impresa. A Bratislava sono state 55 le partecipanti. 33 hanno creato la propria impresa. Dal lato austriaco abbiamo avuto 57 partecipanti e 23 creazioni d’impresa”.

Questo progetto è stato anche in grado di eliminare barriere che impediscono alle donne di diventare imprenditrici. “Hanno anche acquisito motivazione, ispirazione. Sono state consigliate, hanno avuto scambi d’esperienza. Tutto questo ha dato loro coraggio e fiducia in se stesse”.

“Per me – dice Luica Haquel – le chiavi del successo sono: seguire la tua intuizione, fare quel che ami, aiutare i clienti a realizzare i loro sogni e far sapere al mondo intero quel che fai”.