ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nulla di fatto sulla data di inizio del conclave

Lettura in corso:

Nulla di fatto sulla data di inizio del conclave

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono ormai tutti giunti a Roma i cardinali elettori, ma ancora non si sono messi d’accordo sul conclave. Sull’inizio dell’Assemblea che dovrà designare il successore di Benedetto Sedicesimo resta il nulla di fatto. Il portavoce della Santa Sede padre Federico Lombardi ha detto di contare sulla responsabilità e sulla moralità delle persone, in riferimento alla segretezza di quanto si discute alle Congregazioni generali.

L’Arcivescovo di Lione Philippe Barbarin ha dichiarato: “Durante queste riunioni nell’ultima settimana hanno parlato in tanti, abbiamo avuto degli scambi su questioni importanti, invocato interrogativi, scambiato impressioni, suggerimenti, con un dibattito molto molto ampio. Ma non possiamo superare i venti giorni”.

Durante le Congregazioni i 115 cardinali elettori, insieme ai non elettori, hanno parlato di etica, di finanza, e non solo: “I cardinali preferiscono cercare innanzitutto di definire le priorità della Chiesa da affrontare nei prossimi anni – spiega Ignazio Ingrao, giornalista di Panorama – e poi definire l’identikit del futuro Pontefice in rapporto a quelle che sono le emergenze e le urgenze della Chiesa”.

Nel frattempo proseguono i preparativi alla Cappella Sistina. Le due stufe che serviranno a mandare il fumo nero e il fumo bianco per indicare l’esito del voto sono già pronte. E intanto le scommesse su chi sarà il prossimo Papa si moltiplicano.