ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Morte Chavez, oceano di folla a seguito del feretro

Lettura in corso:

Morte Chavez, oceano di folla a seguito del feretro

Dimensioni di testo Aa Aa

È una folla sterminata quella che ha accompagnato il feretro di Hugo Chavez verso l’accademia militare dove riposerà fino ai funerali di venerdì.

Centinaia di migliaia di sostenitori del presidente venezuelano hanno seguito la sua bara attraverso le strade di Caracas.

La testimonianza d’amore della metà di un popolo spaccato in due dalla figura del condottiero della rivoluzione bolivariana. I cui destini sono appesi alla figura di Nicolas Maduro, ex autista di autobus e leader sindacale, che Chavez ha voluto come numero due e indicato come suo successore.

Inevitabile che l’ingombrante ombra del leader scomparso si allunghi sulle prossime consultazioni.

“Hugo Chavez ha fatto sì che il nostro Paese si svegliasse, si svegliasse come popolo, perché noi stavamo dormendo, schiacciati dalle ingiustizie sociali” dice una giovane.

“Era un uomo straordinario. Dio ce l’ha mandato e noi lo porteremo sempre con noi” sostiene, segnandosi testa e cuore, un uomo visibilmente commosso.

Per le prossime elezioni, le varie anime dell’opposizione antichavista, convergono di nuovo sul nome di Henrique Capriles, il candidato sconfitto alle presidenziali del 7 ottobre scorso, fermatosi a 9 punti percentuali dall’avversario.