ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il cacciatore di giganti, action fantasy di Bryan Singer

Lettura in corso:

Il cacciatore di giganti, action fantasy di Bryan Singer

Dimensioni di testo Aa Aa

Bryan Singer torna dietro la macchina da presa con ‘Jack the Giant Slayer’, il cacciatore di giganti, un action fantasy. Il regista di ‘X-Men: l’inizio’ racconta la storia di Jack, un giovane contadino che si avventura nel regno dei giganti per salvare una principessa. S’ispira alla favola Jack e la pianta di fagioli. Ma con delle differenze, spiega il regista.

“La storia di ‘Jack e la pianta di fagioli’ è molto semplice, molto lineare, un ragazzo si arrampica su una pianta di fagioli, ruba delle cose e alla fine abbatte l’albero”, dice Singer. “Allora mi sono detto: cosa accadrebbe se questa storia tanto semplice provenisse da un mito accaduto 700-800 anni fa e se prima di questa storia esistesse un’altra leggenda che l’ha preceduta? Quindi ne è venuta fuori una storia sulla nozione di narrazione”.

Nel film di Singer, la pianta di fagioli libera i giganti che dopo secoli ricompaiono sulla terra. Jack ha la missione di fermarli. L’attore britannico Nicholas Hoult veste i panni del protagonista, Eleanor Tomlinson è la principessa Isabelle.

“Mi piacciono i personaggi non convenzionali, che riescono a cambiare e a trasformarsi nel corso della storia”, afferma Hoult. “Per me Jack è uno di questi. All’inizio del film appare come una persona cui è stato sempre detto di essere alquanto inutile, di fare sempre cose sbagliate. Ma diventa un eroe e le cose si risolvono bene nel corso della storia”.

“Mi sono ispirata ad attrici come Sigourney Weaver quando mi sono preparata a interpretare Isabelle”, dice Tomlinson. “Volevo che questo personaggio fosse forte, non è una damigella in difficoltà, che rinchiusa in una torre aspetta di essere salvata. E’ una principessa del popolo e vuole dimostrarlo, vuole vivere le sue avventure”.

‘Il cacciatore di giganti’ sarà distribuito nella sale italiane a partire dal 28 marzo.