ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Inflazione, svalutazione e corsa al petrolio: il Venezuela dopo Chavez

Lettura in corso:

Inflazione, svalutazione e corsa al petrolio: il Venezuela dopo Chavez

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Venezuela, orfano di Hugo Chavez, fa i conti con la realtà. Senza più il leader carismatico che infondeva la speranza nel futuro, il governo venezuelano ha di fronte un presente che vede il bolivar, la moneta nazionale, svalutata recentemente del 46%.

Una mossa che ha fatto decollare l’inflazione e che gli analisti di Washington osservano con pessimismo: “Il Paese sta attraversando una gravissima crisi economica – spiega Diana Villiers Negroponte, analista politico presso la Brookings Istitution di Washington – Sugli scaffali dei negozi ci sono pochi prodotti: scarseggiano riso, latte e caffé. Mancano le medicine. I pezzi di ricambio per le auto, gli apparecchi elettronici, i mobili, manca tutto. I venezuelani si troveranno di fronte a un problema serio, a cui il successore di Chavez dovrà porre rimedio”.

Il Venezuela è il maggior esportatore di petrolio del sudamerica, una ricchezza che fa gola a molti: il colosso russo del petrolio Rosneft vuole avviare un’esplorazione nel sudest del Paese e offre a Caracas l’equivalente di oltre 800 milioni di euro.