ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al Salone dell'Auto di Ginevra è il momento delle supercar

Lettura in corso:

Al Salone dell'Auto di Ginevra è il momento delle supercar

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ proprio il caso di parlare di economia a due velocità. Nel 2012 la frenata del mercato europeo dell’auto ha visto oltre 3 milioni di vetture vendute in meno. Tra gli stand del Palexpo di Ginevra, però, di impianti chiusi e licenziamenti non vi è traccia: le auto della categoria “super-lusso”, anzi, continuano a prosperare.

Non faticherà a trovare acquirenti, dunque, la McLaren P1, un gioiello che va da 0 a 300 chilometri l’ora in 17 secondi e che è dotata di dispositivi vietati persino in Formula 1. Costa solo un milione di euro, poco se paragonato ai tre e mezzo necessari per portarsi a casa una delle tre Lamborghini Veneno esistenti al mondo.

Il fortunato sarà con tutta probabilità americano, anche se, secondo gli analisti, presto i mercati asiatici effettueranno il sorpasso. Anche il Medio Oriente è territorio di conquista: Bentley nel 2012 ha riportato un +44%, il doppio di crescita rispetto al dato mondiale del 22%. La crisi? Mai vista, neanche nello specchietto retrovisore.

Insomma, è il momento migliore per alcuni produttori e il peggiore per altri. Per parlare del versante più sano del mercato, Nial O’Reilly di Euronews ha parlato con Kevin Rose, Global Sales & Marketing Director di Bentley.

Euronews: “Per presentare la vostra nuova Flying Spur avete scelto Ginevra, un’altro salone dedicato al lusso e a prezzi vertiginosi. Ma chi compra queste auto?”

Kevin Rose: “I clienti vengono da tutte le parti. Sono clienti che hanno un coupé o una cabriolet in casa propria, e vogliono anche una macchina a tre volumi. Persone che arrivano da automobili come la Mercedes Classe S. Raccogliamo clienti da ogni parte del mondo, da ogni Paese e tra gli acquirenti di ogni altro tipo di auto. Ricordiamoci che la maggior parte dei nostri clienti avranno comunque qualcosa come 6 o 7 auto diverse, per cui quest’auto si inserisce perfettamente in tale collezione”.

Euronews: “Immagino che l’Asia sia molto importante per voi adesso, ma non mi aspetto di vedere molte di queste auto in Europa nei prossimi anni”.

Kevin Rose: “L’Asia – in particolare la Cina – è probabilmente il mercato più grande per quest’auto, seguita dal Medio Oriente e dagli Stati Uniti. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad una vera crescita delle auto di lusso in Cina, certo, ma anche nel resto dell’Asia. E la Flying Spur è proprio la macchina numero uno, in Cina, in questa categoria”.

Euronews: “La nuova Spur è piena di dispositivi elettronici come il wi-fi. E’ quello che, stando a quanto vi dicono le ricerche, vogliono i vostri acquirenti?”

Kevin Rose: “Abbiamo un sistema di intrattenimento completamente nuovo. E’ un punto importante per la nuova Flying Spur: molti nostri clienti ad un certo punto siederanno nel retro, tutto il tempo o magari solo in parte. E’ necessario, quindi, avere qualcosa in serbo per loro nella parte posteriore della macchina. Con questo prodotto abbiamo introdotto un nuovo sistema che permette al cliente di sedere nel retro della macchina e comandare l’auto con un telecomando touchscreen. Possono controllare tutto, dai film al sistema di riscaldamento, allo stile di guida della macchina. Tutto quanto. E’ anche possibile scaricare un’applicazione sul proprio smartphone e azionare tutto da là. E’ davvero la tecnologia per automobili più avanzata del momento”.

Euronews: “Rolls Royce, l’altro storico marchio britannico di proprietà tedesca, sta lanciando la nuova Wraith, andando a invadere lo stesso mercato della Bentley Continental GT. E’ difficile competere con un marchio come Rolls?”

Kevin Rose: “Ci scontriamo con Rolls Royce, specialmente con il nostro modello Mulsanne. Ma, come ho detto prima, i nostri clienti hanno sei o sette automobili, per cui è molto probabile che abbiano sia una Rolls Royce che una Bentley. Sappiamo che c‘è grande simpatia tra i clienti Rolls Royce per Bentley e probabilmente viceversa. Per cui la concorrenza è a livelli semi-amichevoli. Anche loro oggi presentano una nuova auto, per cui, vedremo come va a finire. Ma pensiamo che ci sia spazio per entrambi nel mercato.”

Euronews: “Finora abbiamo visto la fascia alta del mercato. Potreste prendere in considerazione una Bentley più piccola e a prezzo più basso?”

Kevin Rose: “Abbracciamo tante categorie, dalla nostra V8 Continental fino alla Mulsanne. Per cui, in altre parti della nostra gamma, siamo in concorrenza anche con marche come Maserati, Aston Martin, eccetera. C‘è tanta concorrenza là fuori e naturalmente stiamo tutti combattendo per le auto migliori per i nostri clienti, le auto che i nostri clienti vogliono. Per cui una sana competizione è una cosa buona, abbiamo anche in piano di espanderci con nuovi tipi di carrozzeria, speriamo di introdurre un SUV nei prossimi due anni. Insomma, la concorrenza continuerà ad esserci e noi dobbiamo continuare a combattere”.