ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Netanyahu: per Iran serve minaccia militare

Lettura in corso:

Netanyahu: per Iran serve minaccia militare

Dimensioni di testo Aa Aa

Benjamin Netanyahu alza i toni. Il primo ministro israeliano, in attesa della visita del presidente americano Barack Obama prevista questo mese, punta il dito con decisione contro l’Iran. Secondo il premier, la misura è ormai colma:

“Dal profondo del cuore e con la nitidezza del mio pensiero vi dico che le parole da sole non fermeranno l’Iran. Le sanzioni da sole non fermeranno l’Iran. Le sanzioni devono essere accompagnate
da una credibile minaccia militare, in caso di fallimento della diplomazia”.

Una sponda alle parole di Netanyahu viene da Vienna, dove l’Agenzia per l’energia atomica mostra a sua volta perplessità sul comportamento di Tehran.

“L’Iran – ha affermato il direttore generale Yukiya Amano – non sta fornendo la necessaria cooperazione per permetterci di verificare che non ci siano attività e materiali nucleari non dichiarati. L’agenzia, dunque, non può affermare che tutto il materiale in Iran sia usato per scopi pacifici”.

L’ultimo round di colloqui, tenuto la settimana scorsa, non ha portato risultati.

Tra i motivi del contendere il rifiuto da parte delle autorità iraniane di aprire le porte della base di Parchin, sospettata di aver ospitato test nucleari militari.