ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mosca, fermato un sospetto per l'aggressione al direttore del Bolscioi

Lettura in corso:

Mosca, fermato un sospetto per l'aggressione al direttore del Bolscioi

Dimensioni di testo Aa Aa

Ci sono delle novità in Russia sul caso dell’aggressione al direttore del tetaro Bolscioi Sergiei Filin, colpito a gennaio da un getto di acido sul volto.

La polizia moscovita ha fermato una persona, che secondo fonti vicine all’inchiesta potrebbe essere stato l’esecutore materiale dell’aggressione.

Gli investigatori non hanno rivelato il nome del presunto aggressore, nè fornito altri dettagli. Ufficiali di polizia sottolineano che la ricerca di un eventuale mandante prosegue.

Nello stesso ambito di indagine sarebbe stata perquisita anche l’abitazione di un ballerino del prestigioso teatro, ma anche qui la polizia non ha fornito altri dettagli.

Subito dopo l’aggressione si era parlato di una pista interna al teatro, e di una causale legata alle rivalità professionali.

Dopo l’aggressione, Sergei Filin è stato sottoposto ad una serie di delicate operazioni agli occhi e adesso si trova in Germania per la cura delle ustioni di terzo grado al viso e alla cornea.