ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni in Kenya: spoglio lento, vice premier Kenyatta in vantaggio

Lettura in corso:

Elezioni in Kenya: spoglio lento, vice premier Kenyatta in vantaggio

Dimensioni di testo Aa Aa

Non c‘è ancora un vincitore alle elezioni in Kenya, ma il vice premier uscente Uhuru Kenyatta ha un ampio vantaggio sul capo del governo Raila Odinga.

Tutto il paese sta seguendo le lentissime operazioni di spoglio nel timore che possano ripetersi le violenze del 2008 che provocarono la morte di 1200 civili.

I risultati provvisori vedono Kenyatta attorno al 54%. L’attuale numero due del governo non gode di buona fama. È stato incriminato dalla Corte penale internazionale per il ruolo che avrebbe avuto nell’orchestrare le violenze di sei anni fa.

Raila Odinga, che si presenta alle elezioni per la terza volta consecutiva, al momento ottiene il 40%.

Il voto rispecchia la tendenza degli elettori a scegliere il proprio candidato in base all’appartenenza etnica: Kenyatta fa parte dell’etnia Kikuyu, la più numerosa del Paese.

“C‘è stata un po’ di tensione ieri, abbiamo sentito che dei poliziotti sono stati uccisi, ma le cose stanno lentamente ritornando alla normalità – spiega un abitante di Mombasa, John Yego – Le persone non hanno problemi e sono in attesa dell’annuncio dei risultati”.

“Sono contenta dei primi risultati – dice Wakila Alama di Nairobi – Mi piace che ci sia pace in Kenya e mi auguro che Dio aiuti il leader che vincerà le elezioni, a guidare il popolo del Kenya sulla giusta strada”.

Sono oltre una decina le vittime registrate lunedì, durante le operazioni di voto. Una situazione comunque migliore rispetto al 2008 che ha convinto il 70% dei kenyoti a recarsi alle urne.